Un viaggio nella Musica: canzoni e ricordi.

Qualche settimana fa, curiosando tra gli articoli di altri bloggers, sono capitata in un bellissimo articolo creato da Lucrezia e Stefano di In World’s Shoes che, come tema principale, trattava di musica.
E si sa, la musica è il mio punto forte.

Nel loro articolo, Lucrezia e Stefano, raccontano di quelle canzoni che ci legano ad un viaggio particolare, a quei ricordi che custodiamo, quasi senza saperlo, in uno dei nostri cassettini della memoria.
“La musica ci fa viaggiare, ci riporta indietro nel tempo e dentro i ricordi fin dalla prima nota.
Parte una canzone alla radio ed ecco che siamo di nuovo lì, in quel luogo – chissà dove – che ci ricorda la nostra infanzia.
Gironzoli per negozi e mettono una canzone che ti fa volare fino ad un luogo che vorresti tanto visitare e che in qualche modo – chissà come – te lo ricorda.”

Allora, dopo aver letto il loro articolo, mi sono messa alle canzoni che porto nel cuore, che mi legano ad un viaggio particolare o che, quando le riascolto, mi riportano alla mente determinati luoghi o momenti.
E le ho trovate. Non è stato facile perché sono stata travolta dai ricordi ed ho avuto una confusione enorme in testa ma, alla fin fine, sono riuscita a mettere un po’ (poco, eh) di ordine.

Fondamentalmente non sono mai stata quel tipo di persone che crea una playlist adatta e, anzi, è un periodo che la musica non è nemmeno più presente nel telefono. Più che creare una serie di canzoni adatte e apposta per quel determinato viaggio, mi limito ad ascoltare la radio e a decretare quale sarà la canzone del momento.
Quella canzone che sì, decreterà il viaggio ma, soprattutto, decreterà il ricordo.

Ed ecco, allora, le canzoni che sono rinchiuse nel mio cassettino.

*CHEERLEADER di Omi – VALENCIA 2015
Questa canzone mi ricorda il mio viaggio a Valencia, quello che per quattro mesi, l’anno scorso, vi ho raccontato con parole sempre entusiaste e piene di felicità.
Il ricordo è, in particolare, legato all’ultima sera passata nella città spagnola quando, con le mie quattro coinquiline, siamo andate prima a mangiare la paella e poi a ballare in uno di quei locali che, di fronte, hanno il mare.
Tra un ballo e l’altro, tra una risata e l’altra, ricordo con esattezza che, nel momento in cui è partita questa canzone, mi sono sentita travolgere dalla nostalgia di tutto quello che stavo per salutare.
Ecco, sì, questa è la canzone che lego a quegli incredibili quattro mesi.

*NEW YORK, NEW YORK di Liza Minnelli – NEW YORK 2013
New York, New York è la canzone che mi lega al viaggio a New York fatto in compagnia di mia cugina Giulia.
Questa canzone, quando la riascolto, mi porta ad un momento ben preciso, a uno di quei ricordi che, quando ci ripensi, ancora ti fanno sorridere.
Era una serata di ottobre del 2012, se non sbaglio, e a casa mia si stava festeggiando la mia laurea e quella di mia cugina. E’ stata quella sera quando, tutti i parenti stretti, ci hanno regalato il viaggio nella Grande Mela. Ce l’hanno regalato, però, in un modo un po’ particolare: con due mele sorridenti (ebbene sì, avevano anche occhi e sorrisi disegnati) e con la canzone New York, New York che risuonava per la casa.

*DAME VIDA di Huecco – BARCELLONA 2011
Barcellona è stato il viaggio che ha dato vita all’Enrica viaggiatrice, anche solitaria, e amante della Spagna. Nel 2011, infatti, sono stata a Barcellona per un tirocinio in un’azienda presente nella città spagnola.
E’ stato un mese bello, intenso e speciale: in quelle settimane ho imparato a badare a me stessa, a fare la spesa per avere qualcosa da mettere sotto i denti e a farsi capire anche quando non sai i termini nella lingua del posto. E’ stato un mese che mi ha fatto capire quanto ero realmente in grado di affrontare la situazione e che mi ha insegnato che sì, posso farcela, posso viaggiare, posso fare qualsiasi cosa.
Il momento in cui ho sentito per la prima volta questa canzone, ancora me lo ricordo: la pasta stava cuocendo sul fuoco e la televisione trasmetteva un canale di musica. Ad un certo punto è passata questa canzone, piena di vitalità, piena di allegria, piena di vita: trasmetteva perfettamente quello che provavo in quel determinato momento ed è diventata la canzone del mio primo grande viaggio.


Ma, oltre a queste canzoni, ce n’è una che porto nel cuore e che custodisco con una gelosia incredibile.
Non si tratta di un viaggio all’estero, di un momento che mi riporta indietro a luoghi lontani. Si tratta, invece, di un viaggio d’amore, uno di quelli speciali, forse il più speciale di tutti: quell’amore che unisce padre e figlia, un amore eterno e senza fine.
La canzone che porto nel cuore da sempre, e che mi scalda l’anima quando sono lontana e quando ho nostalgia, è BUONANOTTE FIORELLINO di Francesco De Gregori.
Questa canzone e questo ricordo è così speciale perché, quando ero bambina, alla sera mio papà prendeva la chitarra e, mentre stavo andando a dormire, mi suonava e mi cantava queste parole dolci.
E’ uno di quei ricordi che, se ci penso, mi riempiono il cuore di amore, di dolcezza perché, effettivamente, è la canzone più importante della mia vita.
La porto nel cuore, porto nel cuore quel gesto d’amore di mio padre, un gesto dolce, un gesto speciale che faccio rivivere mille volte nella mia mente.

Forse il bello della musica e dei ricordi è anche questo: la possibilità di riviverli quante volte si vogliono, tornare indietro con la mente e rivivere le emozioni con la consapevolezza che, alla fin fine, saranno sempre lì, a nostra totale disposizione.
Per essere felici e per emozionarci, ancora un’altra volta.

Annunci

10 pensieri su “Un viaggio nella Musica: canzoni e ricordi.”

  1. Ciao Enrica,
    ma che bello questo articolo!
    ci hai fatto viaggiare e commuovere attraverso i tuoi ricordi!
    L’idea di regalare così un viaggio a New York è spettacolare, complimenti alla tua famiglia! 😀
    E “Buonanotte Fiorellino” è una canzone legata anche alla mia infanzia, mia mamma me la cantava sempre e ancora oggi ad ascoltarla mi commuovo un po’!
    Grazie mille per aver partecipato! ❤

  2. Che bello ascoltare una canzone e tornare a un punto esatto della nostra vita; è l’aspetto che forse mi ha sempre affascinato di più della musica!
    Con l’ultimo paragrafo su tuo padre mi hai davvero aperto il cuore, che meraviglia!!

  3. Dovremmo fermarci tutti un momento a pensare e così facendo riscopriremmo I momenti passati, ormai nel cassettino dei ricordi, ma che meritano un grande ricordo. Grazie Enrica di avermi fatto tornre indietro di qualche anno.
    Un bacio

  4. Hai scritto il post con il cuore in mano, vero? O almeno questo è sembrato a me ❤
    “Buonanotte Fiorellino” me la cantava anche mia mamma quando ero più piccola, ma senza chitarra. Anzi, ogni tanto lo fa ancora, le poche volte che ci vediamo. Hai riportato indietro nel tempo anche me, grazie ❤
    Un abbraccio 🙂

    1. Che bel commento, Marti! ❤ E sì, l'ho scritto col cuore in mano.. Lo sai, quando si tratta di ricordi ed emozioni, scrivo sempre con il cuore.
      A quanto pare, la canzone Buonanotte Fiorellino è stata un 'must' nella nostra infanzia.. Ed è davvero un ricordo meraviglioso.
      Mia mamma, invece, mi cantava sempre "I sogni son desideri", quella cantata anche da Cenerentola. Mi commuovo ogni volta che la sento. E' incredibile come la musica e i ricordi siano davvero parte integrante di noi.
      Ti abbraccio stretta. ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...