Archivi tag: amicizia

Venticinque chili di felicità.

Sono passati esattamente venticinque anni e un giorno dal momento in cui sono venuta al mondo.
Sono nata il 7 novembre del 1990, alle 11.10 del mattino, in una giornata di sole che, la maggior parte delle volte, a Novembre, in provincia di Cuneo, viene coperto dalle nuvole e dalla nebbia.
Da bambina sembravo una bambola: avevo gli occhi azzurri, i capelli biondi e un sacco di boccoli che, poi col passare del tempo, sono andati persi.

Sono passati esattamente venticinque anni e un giorno dal momento in cui sono venuta al mondo ed è stato quasi inevitabile pensare, in questi giorni, alla persona che sono diventata.
Insomma, i venticinque anni segnano l’arrivo al primo quarto di secolo, segnano il momento in cui, dal prossimo anno, sarai maledettamente vicina ai trenta. E si sa, i trenta spaventano.
Allora in questi giorni, durante i miei viaggi in treno da pendolare, tra corse per arrivare in tempo e sguardi fissi fuori dal finestrino, mi sono trovata spesso a pensare se sono diventata la persona che, anni fa, avrei voluto essere nel momento in cui sarei arrivata ai famosi venticinque. Continua a leggere Venticinque chili di felicità.

Buon viaggio tra le nuvole.

Da quando ho scoperto la passione della scrittura, questo nuovo mondo è diventato il mio rifugio.
Le parole scivolano veloci, sia quando sono cariche di entusiasmo, quando raccontano viaggi ed emozioni, sia quando, al loro interno, puoi solo leggerci del dolore e della tristezza.
E anche questa volta, come le volte che accade qualcosa di brutto nel percorso della mia vita, io scrivo. E forse, queste righe, queste parole, hanno lo scopo di lasciarti andare, solo così, forse, mi arrenderò all’idea che non ci sei più.

Martina aveva 26 anni e se n’è andata, in una notte di agosto, nella sua casa a Londra, dove viveva.
Martina era una delle mie più grandi amiche, era l’amica che tutti desideravano di avere, era l’Amica con la A maiuscola.
Quell’amica che sai che c’è sempre, con la sua presenza quasi silenziosa, a volte. Quell’amica che sempre, in ogni circostanza, aveva un consiglio ottimo, una parola giusta, un sorriso dolce e una risata che ti riempiva il cuore.
Perché Martina era così, Martina aveva una risata coinvolgente, uno sguardo pieno d’amore che donava senza pensieri, senza pregiudizi, senza timore.
Martina donava amore.  Continua a leggere Buon viaggio tra le nuvole.

Quando un amico parte.

Stamattina mi sono svegliata con in mente un argomento su cui scrivere, era da tempo che mi girava in testa e quindi, tastiera del computer alla mano, è ora di buttare giù tutti i pensieri, confusi più che altro, che affollano la mia mente.

Mi capita spesso che, quando ho tante idee da scrivere, io non sappia da che parte iniziare.
E’ un po’ come un viaggio, quando non si sa dove andare o quando c’è da preparare la roba: mi trovo sempre in difficoltà. Sono una di quelle persone che deve avere tutto organizzato, dalla prima all’ultima cosa, ma ho quasi sempre un grande caos fuori e dentro di me.

Qualsiasi sia la motivazione del viaggio, c’è sempre una partenza e un ritorno. Si ritorna per restare per poco, per rimanere ma anche per poter partire di nuovo.
Partenza, ecco qual’è il filo conduttore di queste frase e idee buttate così senza un apparente senso logico.

La partenza non è mai facile, anche quando questa è smossa da un sentimento dentro di noi.
Perché partire è come lasciare il proprio riparo, andare alla scoperta di nuovi mondi, attraversare chilometri e confini, reali e irreali.
La partenza non è mai facile, soprattutto quando si parte per non tornare.
O meglio, per non tornare subito. Partire per delle vacanze, invece, è più semplice, è più facile. E’ come una parentesi di tranquillità e di felicità all’interno della quotidianità, della routine che viviamo ogni singolo giorno della nostra vita.

Sono tante le persone, più o meno giovani, che lasciano tutto per partire. Per cercare fortuna, felicità all’estero, forse per cercare una nuova vita.  Continua a leggere Quando un amico parte.