Buon viaggio tra le nuvole.

Da quando ho scoperto la passione della scrittura, questo nuovo mondo è diventato il mio rifugio.
Le parole scivolano veloci, sia quando sono cariche di entusiasmo, quando raccontano viaggi ed emozioni, sia quando, al loro interno, puoi solo leggerci del dolore e della tristezza.
E anche questa volta, come le volte che accade qualcosa di brutto nel percorso della mia vita, io scrivo. E forse, queste righe, queste parole, hanno lo scopo di lasciarti andare, solo così, forse, mi arrenderò all’idea che non ci sei più.

Martina aveva 26 anni e se n’è andata, in una notte di agosto, nella sua casa a Londra, dove viveva.
Martina era una delle mie più grandi amiche, era l’amica che tutti desideravano di avere, era l’Amica con la A maiuscola.
Quell’amica che sai che c’è sempre, con la sua presenza quasi silenziosa, a volte. Quell’amica che sempre, in ogni circostanza, aveva un consiglio ottimo, una parola giusta, un sorriso dolce e una risata che ti riempiva il cuore.
Perché Martina era così, Martina aveva una risata coinvolgente, uno sguardo pieno d’amore che donava senza pensieri, senza pregiudizi, senza timore.
Martina donava amore. 

Avevo capito, fin da subito, che quest’Amicizia nata tra i corridoi dell’università, tra esami orali e scritti, sarebbe stata una di quelle Amicizie importanti, speciali, di quelle che non si dimenticano mai.
Non mi dimenticherò mai di te. 
Ricordo che, dopo un po’ che ti parlavo, dopo un po’ che aprivo il mio cuore a te, mi rendevo sempre più conto che eri la mia copia, eri uguale a me. Ci eravamo soprannominate Clona, ricordi?
Eri una persona molto simile a me, ci univano molti aspetti e molte insicurezze. Eppure tu, con quel sorriso e quella voce dolce, sei sempre riuscita a tirare fuori il meglio di me, nonostante i miei mille difetti, i miei momenti no e le mie paure.
Eri così speciale, Marti. Eri davvero un tesoro.

Sto cercando di capire per quale motivo te ne sei andata, così, in silenzio, senza salutare nessuno per l’ultima volta. Sto cercando di capire se c’è una spiegazione valida, un motivo, una logica del perché, il destino, ti ha strappato dalla tua famiglia, dal tuo amore, dai tuoi amici, da me, dalla tua vita.
Sto cercando di farmene una ragione, di immaginarti felice su una stella, sto cercando di arrendermi all’idea che, no, non vedrò più i tuoi occhi brillare, non sentirò più la tua voce risuonare sotto i portici di Cuneo e non riderò più con te.
Credimi, Marti, ci sto provando ma non è facile. Ed è forse per questo che, tramite queste parole, sto cercando di lasciarti andare, di farti finalmente arrivare su quella stella, senza trattenerti qui, tra l’incertezza, tra le lacrime e il vuoto che hai lasciato.

Avrei voluto salutarti ancora una volta, avrei voluto ripeterti fino allo sfinimento che ti volevo bene e che ti ero tremendamente grata per tutto quello che mi avevi insegnato, per tutto quello che mi avevi donato, per tutto quello che, insieme, avevamo vissuto.
Avrei voluto riabbracciarti stretta ancora una volta, fare con te il giro pasta, come da tradizione, ogni volta che tornavi in Italia. Avrei voluto guardare ancora le tue foto, che scattavi con tanta passione, avrei voluto leggere ancora una volta le tue parole e avrei voluto poterti raccontare tutto quello che, di nuovo, c’era nella mia vita.
Non me ne hai lasciato il tempo.

Come farò una vita intera, senza di te?

La vita è ingiusta, davvero ingiusta.
Non dovevi andartene, non tu: tu che eri una persona così meravigliosa. Te l’ho detto tante volte: eri la meraviglia fatta a persona. Quante volte ti ho detto che eri perfetta?
Eri davvero così, eri stupenda. Avevi sempre una parola buona per tutti, affrontavi le difficoltà, guardavi in te stessa e superavi le tue paure. Credevi nell’ascolto, nella comprensione, nelle parole e nei consigli.
Volevi un mondo migliore, volevi che le persone potessero superare le paure, stavi facendo un grande percorso nella spiritualità, stavi lavorando su te stessa per migliorarti, per affrontare nuovi percorsi.
Eri davvero brava, in questo, e ti assicuro che farò di tutto perché tu possa continuare a vivere, almeno in questo, perché tu possa continuare il tuo progetto, tramite me e tramite chi era a conoscenza di questo.

Quello che mi resta di te, adesso, sono tante foto nel computer e appese in camera, in cui sei sorridente, in cui sprizzi gioia e luce da ogni angolo del tuo corpo.
Mi restano di te i tuoi video su youtube, dove potrò riascoltare la tua voce, guardare un’altra volta i tuoi occhi.
Ma più di tutto, dentro di me, restano migliaia di ricordi, migliaia di momenti stupendi vissuti con te. Sono i ricordi, in questi giorni, a travolgermi di più, a venirmi a trovare la sera prima di addormentarmi, a sbucarmi fuori, all’improvviso, e a ritrovarmeli davanti agli occhi.
E li rivivo, uno ad uno.

Cara Marti, hai lasciato un vuoto immenso, in me e in tutte le persone che hanno avuto la possibilità di conoscerti. Hai lasciato un vuoto che non si riempirà mai più, che continuerà a fare male e che resterà lì, per sempre, al centro del cuore.
Con te, su quella stella, hai portato un pezzo di me.

Ti rivedrò ovunque, sai? Nei fiori che tante volte abbiamo fotografato, nelle Langhe che tanto amavi, nella musica che mi consigliavi, nelle nuvole. Come ha scritto Federica, la tua amica che tanto mi aiuta in questo periodo, ci sarà sempre un pizzico di te nelle nuvole. 
Sarai in qualsiasi cosa che incontrerò lungo la mia strada, lungo il mio percorso, lungo la mia vita.

Non so dove tu sia, piccola mia clona, ma spero che ti arrivino queste parole, queste lacrime, questi ricordi che condividiamo.
Hai messo le ali e finalmente puoi volare, puoi fare un viaggio tra le nuvole, puoi saltare tra le stelle e puoi cantare a squarciagola. 

Io ti ricorderò sorridente e allegra, proprio com’eri tu, e ti prometto, ti giuro, ti assicuro che tu, in me, continuerai a vivere per sempre.

I’ll always love you. 
Enrica 

Annunci

4 pensieri su “Buon viaggio tra le nuvole.”

  1. Ho conosciuto recentemente Martina tramite i suoi video su YT,poco dopo ho appreso della sua scomparsa con grande dispiacere…sto guardando tutti i suoi video…mi sta aiutando Martina in questo momento un po cosi,con la sua voce e il suo sorriso….penso davvero che sia un’anima speciale!

    1. Lo era e lo è davvero, un’anima speciale. Continua ad esistere, ad aiutare, ad essere accanto a chi ne ha bisogno.
      A me manca molto ma so che c’è, è solo andata dall’altra parte. ❤
      Grazie per questo bellissimo commento.. Sarebbe felice di sapere che sta aiutando anche da lassù!

  2. Ho scoperto il canale youtube di Martina solo da pochi giorni.
    Dopo aver visto qualche video e averne apprezzato i consigli ho letto quello che era successo nei commenti … da quel momento non riesco a farmene una ragione.
    Soprattutto dopo aver visto i vlog ed aver visto la coppia genuina che formava con Manuel.. ho rivisto le stesse scemenze che faccio con la mia ragazza quando andiamo in giro. Quei segni di complicità che distinguono le coppie speciali..dove si è migliori amici ancor prima di essere amanti.
    Vedere quei VLOG e ricordarsi dell’epilogo che le è toccato è da brividi e fa venire la pelle d’oca, rimette in discussione davvero tutto quello che pensiamo ci sia quasi dovuto quotidianamente.
    Dal canto mio voglio ringraziare Martina perché mi ha aiutato e potrà continuare a dare una mano a tantissime persone che, come me, si sono imbattute nel suo blog, nel suo canale YouTube. Martina era una ragazza speciale che aveva tantissimo da dare e, fortunatamente per il mondo, ha voluto e saputo lasciare un segno indelebile del suo passaggio su questa Terra.
    Scrivo questo commento su questo canale perché davvero non so a chi altro potrei esternare quello che provo.
    Grazie

    1. Ciao Marco,
      Innanzitutto grazie per questo commento: sono sicura che Marti ne sarebbe felicissima.

      Ti capisco, so come ti senti.
      Martina era una delle mie più grandi amiche, era la mia gemella mancata, il mio braccio destro e il supporto incondizionato.
      La vita, il destino o qualsiasi altra cosa possa esistere, è stato davvero crudele con lei. Non se lo meritava o forse era il mondo a non meritarsi una persona meravigliosa come lei.
      Voleva portare il bene nel mondo, nelle persone. Voleva portare la luce, la speranza e la forza nella vita di tutti quelli che incontrava.
      Ce l’ha fatta con me, ce l’ha fatta con te, ce l’ha fatta con tutte le persone che guardano i suoi video.

      La sua morte è stato il tormento più grande che ho vissuto negli ultimi mesi, un dolore straziante al centro del cuore.
      Poi mi ha fatto capire che la vita va avanti, che la vita va vissuta in ogni attimo. Questo è stato l’insegnamento più grande che mi ha regalato.
      Ho vissuto per mesi con dolore al cuore, con il tormento nella mente poi ho reagito.
      Lei avrebbe voluto così.

      E allora rido, fotografo, scrivo, vivo per lei. Lotto per la vita, lotto per i sogni, lotto per il futuro.

      Lei è lassù, tra le sue nuvole.
      Lei è là e continuerà a regalare luce a chiunque voglia seguire i suoi consigli, le sue parole, i suoi pensieri.
      Ti ha aiutato e continuerà a farlo.
      Tu non scordarla mai.

      Grazie Marco, grazie per questo meraviglioso commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...