Agosto all’insegna delle partenze e delle scoperte.

Agosto è arrivato e, con lui, anche un’ondata di caldo e le desiderate vacanze.

Turisti da ogni dove affollano le spiagge, il profumo della crema solare si diffonde nell’aria e lo sguardo rilassato compare sul viso della maggior parte delle persone.
Che belle che sono, le vacanze, si dovrebbe sempre vivere così, con la stessa felicità con cui ci si tuffa nelle acque blu, nonostante lo sbalzo climatico, e con la stessa spensieratezza con cui si resta sotto il sole senza far assolutamente nulla, lasciando i pensieri fuori dalla spiaggia, chiusi in un angolo remoto della mente.

Se c’è chi organizza l’estate già a dicembre e ha le idee terribilmente chiare, per me, invece, agosto è sempre il mese dell’indecisione: ho 31 giorni in cui potrei fare di tutto, visitare qualsiasi luogo, approfittare di ogni secondo libero e, puntualmente, non so mai cosa scegliere. Ci sono talmente tante cose che vorrei fare che mi sembra sempre di scartare qualcosa di fondamentale.
Anche quest’anno, così come gli altri passati, il problema si è ripresentato: nei miei piani mentali, quelli che si fanno senza pensare ad una possibile organizzazione, c’era una lista lunga, lunghissima di posti da scoprire, dalle Cinque Terre a Lugano, passando per Verona, Bologna e Perugia. Io stessa mi rendevo conto che non mi sarebbe mai bastato il tempo, che avrei dovuto fare una scelta e che, ovviamente, anche il conto bancario prevedeva di essere preso in considerazione.

Alla fine, di tutta la lista immensa, ho scelto due mete ben precise, distanti geograficamente tra loro, ma sicura più che mai di questa decisione. Una meta è stata scelta dalla curiosità, l’altra dall’affetto. Vai dove ti porta il cuore, dicevano. Continua a leggere Agosto all’insegna delle partenze e delle scoperte.